Warning: A non-numeric value encountered in /home/metainitaly/public_html/metainitaly.eu/wp-content/themes/flawless-v1-17/include/gdlr-admin-option.php on line 10

Warning: A non-numeric value encountered in /home/metainitaly/public_html/metainitaly.eu/wp-content/themes/flawless-v1-17/include/gdlr-admin-option.php on line 10
Meta in Italy Jetset problem solving nella stampa tessile | Metainitaly
Warning: Parameter 1 to wp_default_scripts() expected to be a reference, value given in /home/metainitaly/public_html/metainitaly.eu/wp-includes/plugin.php on line 601

Warning: Parameter 1 to wp_default_styles() expected to be a reference, value given in /home/metainitaly/public_html/metainitaly.eu/wp-includes/plugin.php on line 601
info@metainitaly.eu

Jetset problem solving nella stampa tessile

Azienda innovativa, dove altri si fermano, JetSet Industrial diventa un punto di riferimento che risolve qualsiasi problema di stampa tessile.

Dove altri si fermano, JetSet Industrial diventa un punto di riferimento che risolve qualsiasi problema di stampa. È ciò che abbiamo scoperto a Ponte S. Pietro (BG) dove si trovano il reparto ricerca e lo stabilimento produttivo. Qui le macchine e nascono on demand.
Ma per i giornalisti che vorrebbero fare uno scoop e rivelare i segreti industriali non è un lavoro facile tal
Azienda tutta italiana, è stata fondata nel 2012 da e è l’aura di mistero che circonda questa industria che fa dell’innovazione e delle soluzioni il suo punto di forza.
Sergio Ferrari (che ha coinvolto alcuni soci di provata competenza) per la ricerca, lo sviluppo e la costruzione di sistemi industriali per la stampa inkjet.
JetSet Industrial ha in più la peculiarità di avvalersi della collaborazione dei migliori esperti in ogni settore per essere in grado di soddisfare le esigenze di ogni singolo stampatore industriale in ogni campo
dal cartone all’oggettistica, dalla ceramica al legno, dall’imballaggio flessibile all’industria tessile.

Chi è JetSet Industrial

Jetset problem solving nella stampa tessileMa prima di cercare di scoprire alcuni dei loro ‘segreti’ vediamo qual è l’origine di JetSet Industrial e come lavora.
Le due prime piattaforme di stampa furono presentate alla Fespa 2013 come macchine uniche nel loro genere nel campo della stampa tssile a getto d’inchiostro. Tanto uniche, che i clienti per cui le avevano progettate non hanno permesso di esibirle nelle loro reali e complete funzioni. Con competenza e prove accurate Jet Set risolve i problemi di inchiostri e supporti. Ogni macchina JetSet Industrial è infatti progettata e costruita su misura a partire dal software del flusso di lavoro e controllo colore, fino alla movimentazione del supporto, rigido o flessibile, in piano o su rullo.

Massima importanza è data alla gestione del colore in cui restano obiettivi essenziali non solo la qualità, ma anche l’aderenza a standard ristretti nel riprodurre il colore voluto.
Per questa ragione JetSet Industrial collabora con professionisti del colore, tra i più accreditati specialisti nel color management per la stampa digitale.
I servizi di gestione Colour & Quality di JetSet Industrial comprendono una pre-analisi, la determinazione dei profili colore e la calibrazione. Altro fattore primario è la gestione degli inchiostri mirata alla riduzione dei consumi non solo con l’ottimizzazione dei software, ma anche con appositi dispositivi di recupero e ricircolo

Stampa su tessuti tecnici

Come detto non è facile carpirne i segreti, ma cerchiamo di curiosare. Proprio in occasione della nostra visita incontriamo una ‘vecchia conoscenza’. Su una macchina a letto piano si stanno sperimentando nuovi inchiostri e vernici che un produttore ha sviluppato per la stampa finto legno di altissima qualità, in grado di dare al prodotto, sia pure un cartone, non solo il colore e le venature, ma anche la rugosità del legno. A fare queste prove troviamo un amico che vanta la sua lunga esperienza nel campo degli inchiostri che ci conferma che proprio con la JetSet Industrial è nata una collaborazione che sta portando a una soluzione che potrà aprire interessanti mercati agli stampatori digitali del grande formato. Un altro caso riguarda una multinazionale americana top secret, con la quale la collaborazione è tuttora in corso.
Questa si era rivolta a JetSet Industrial dopo aver interpellato tutte le multinazionali presenti sul mercato, perché il loro problema era la stampa su tessuti tecnici per usi molto particolari, utilizzando esclusivamente inchiostri di loro proprietà. Dopo che nessuna tra le multinazionali interpellate era stata in grado di trovare una soluzione soddisfacente, decisero di rivolgersi a JetSet Industrial, che era stata raccomandata da esperti di inchiostri e colore.

Il loro problema era stato definito del “lunedì mattina”: la macchina infatti, oltre a rispondere alle esigenze e alle specifiche richieste molto rigorose, doveva essere in grado di entrare in funzione entro 5 minuti dall’accensione anche il “lunedì mattina”. I tecnici di JetSet Industrial hanno esaminato a fondo la stampabilità con quegli specifici inchiostri, ipotizzando quindi una soluzione che hanno poi studiato e testato in laboratorio insieme ai tecnici americani. Visti i risultati positivi si sono impegnati a presentare nel giro di due mesi un prototipo che doveva rispondere a esigenze di velocità, di qualità e, come detto, rapidità di messa in funzione ottimale a freddo il “lunedì mattina”.
Sergio Ferrari ci racconta come è andata: «Il primo punto è che noi lavoriamo sui materiali che ci porta l’azienda cliente: inchiostri e supporti e i nostri primi test vengono sempre fatti su una macchina simile a quella ipotizzata per il cliente.»
Così è stato con l’azienda americana.
«Dopo due mesi sono tornati con i loro materiali sui quali abbiamo rifatto i test. Dopo aver visto il materiale stampato, la qualità dei colori e la qualità finale, abbiamo spento la macchina riaccendendola il giorno dopo, iniziando la produzione dopo soli cinque minuti. Questo è ciò che li ha conquistati, perché non credevano ai loro occhi.»
Ma naturalmente il lavoro di JetSet Industrial non finisce qui perché da questo punto si prosegue nel perfezionamento dei dettagli e nella certificazione TÜV. In pratica si costruisce una macchina su misura e unica per il cliente.
Ma la domanda spontanea a questo punto è se fanno tutto da soli.
«Collaboriamo con aziende di elettronica, per l’hardware delle schede, di informatica per i software di gestione, e anche con esperti di meccanica. Però il progetto è studiato e realizzato tutto all’interno. Questo ci permette di poter realizzare un prodotto finito che può soddisfare qualsiasi esigenza.»
Chiediamo infine dove vuole arrivare JetSet Industrial.
«L’obiettivo è crescere e diventate il punto di riferimento per ogni tipo di esigenza. Qui sono passate aziende diversissime, dalle multinazionali alle piccole aziende di nicchia. Ci chiedono stampanti digitali per lavori molto particolari, e JetSet Industrial trova sempre la soluzione.»

Leave a Reply