Warning: A non-numeric value encountered in /home/metainitaly/public_html/metainitaly.eu/wp-content/themes/flawless-v1-17/include/gdlr-admin-option.php on line 10

Warning: A non-numeric value encountered in /home/metainitaly/public_html/metainitaly.eu/wp-content/themes/flawless-v1-17/include/gdlr-admin-option.php on line 10
Meta in Italy Sciarpe con amore anzi pyaar | Metainitaly
Warning: Parameter 1 to wp_default_scripts() expected to be a reference, value given in /home/metainitaly/public_html/metainitaly.eu/wp-includes/plugin.php on line 601

Warning: Parameter 1 to wp_default_styles() expected to be a reference, value given in /home/metainitaly/public_html/metainitaly.eu/wp-includes/plugin.php on line 601
info@metainitaly.eu

Sciarpe con amore anzi pyaar

Il design italiano incontra la passione creativa indiana con amore che in India chiamano pyaar.

Walter Magnano

Walter Magnano

È nell’anno 2007 che l’imprenditore torinese Walter Magnano, a capo del Gruppo Triade specializzato nel settore tessile, decide che è giunto il momento di iniziare un nuovo viaggio… reale e virtuale, imprenditoriale ed emozionale.

Nasce così il marchio di sciarpe Pyaar. Per passione. Da qui il brand, che in lingua Hindi, significa Amore: amore per esperienze di vita, per culture diverse che possono essere coniugate, contaminate, raccontate. Il risultato tessuti sviluppati a partire dalla millenaria tradizione tecnico-creativa indiana lavorati e riattualizzati attraverso una ricerca stilistica del made in Italy. E Pyaar inizia la sua esperienza nel mondo reale: si concretizzano sciarpe dalle mille sfumature, dai molteplici pattern, dalle misure inesauribilmente varie e la produzione viene affidata a RadioAfrica – Azienda facente capo al Gruppo Triade.

Pyaar diviene un brand identificativo di uno stile fatto di ricercatezza e internazionalità, imponendosi non solo in Italia, ma anche in Europa con buoni risultati anche oltreoceano, come dimostrano le vendite in Giappone e Australia. Ma la collaborazione si estende e nasce il Gruppo Tessile di Torino. «Il Gruppo tessile di Torino che oltre PYAAR ha in ideazione e distribuzione altri marchi di sciarpe e abbigliamento come 100X200 Centoxduecento, Fuuxxi, Quadrostampa. All’interno dell’azienda torinese vi sono diversi uffici stile e coordinati dal dott. Walter Magnano che noi amiamo identificare come “l’uomo delle sciarpe”.»

Per la prossima stagione Gruppo tessile di Torino lancerà anche un nuovo progetto di soli Capispalla, maschili a taglio vivo in lana cotta.

«Tutte le linee che le ho citato stanno prendendo una direzione di abbigliamento perché negli anni sono stati aggiunti sempre più piccoli “accessori indossabili “ come sciarpe/top/caban/gilettoni sapientemente coordinati alle sciarpe.»

Le collezioni

La nuova collezione autunno/inverno 2016 Pyaar presenta una parte jacquard made in India in cui spiccano mantelle, cappe e sciarponi in una vasta gamma di diverse fantasie oltre al classico unito, in modal a mano cachemire oppure lana con frange pennarì e a doppio strato in eco pelliccia. La parte made in italy si declina in stole, sciarpe, scialli e plaid in innumerevoli jacquard e tinto filo In soffici tele di lana e misto lana-modal tinto freddo. Anche con inserimenti di cashmere. In particolare per due mantelle. Importante la lavorazione a maglia a effetto tricot dato a una serie di cappellini, con e senza pon pon, scaldacollo, altre sciarpe, poncho e mantelle.

Tre i moodboard: serenità country-life, scozzesi, geometrie piazzate, macro pied-de-poule e micro righe brumose e volutamente sfalsate. Jacquard di spessore a righe, quadri e nei tartan tradizionali. Protagoniste le cappe morbidamente drappeggiate, i manti, le stole e gli scialli con i lacci per diventare mantelle. Così come il classico plaid.

Regina dei ghiacci: romanticismo selvaggio, con accenni grunge, grazie a inserti e dettagli in eco pelliccia, peluche e orsetto. Oltre a tricot e pile più consistenti. Per piccoli capospalla, stole con dettagli pelliccia, cappe con cappuccio, poncho e berretti. Molte le taglie over, anche per pull grossi e avvolgenti da nostromo. L’over-size è sinonimo di bello e confortevole. Ampio spazio anche per questo tema a mantelle, stole e scialli. Anche profilati in faux fur. Così come le cuffie e i cappellini sempre tricot. Fantasie organiche, mescolanza di fantasie naturali. Amalgama di ricami, stampe e grafismi effetto used. Stampe a contrasto, geometrie sovrapposte, superfici mélange nei toni notturni, appena accennati. E’ una collezione concentrata di 14 pezzi. Piccoli capospalla in eco pelliccia, stole e maxi sciarpe frangiate, anche in pile con profili faux fur, cappe e mantelle in tela di lana. Queste ultime anche di grandi dimensioni e doppiate a plaid per inaugurare il nuovo concept legato al living.

Sciarpe con amore anzi pyaar

I colori

L’inverno di PYAAR rivisita la sua palette identificativa delle calde tonalità di marrone, cognac, tabacco, castagna, taupe. La intensifica con “gocce” tra il grigio scuro e il caffè espresso, una tonalità nuova di marrone che si vira al nero caviar. Con la luce sfumata delle nuance autunnali rosso bacca, giallo foglia e arancio zucca. Il verde muschio e il khaki sono per stampe e rifiniture, assieme al rosso rubino e ai ramati, resi più incisivi dal contrasto con i carboni scuri e i legni venati di viola. Scarlatto e blu cobalto sono bilanciati e contrastati da infusioni di lavanda. Come il grigio che assume così un aspetto più dolce. E poi il ritorno del palissandro e del blu nostromo. I rosa e i grigi sfocati sono i nuovi neutri, assieme al lavanda. A cui si accompagna il color lana oltre a un blue denim che si dirama in Baby blue e light grey melange. Il marrone più profondo si arricchisce di gessosi gialli senape, filtri rosati, verdi pavone e grigio canna di fucile. Con giochi di luci e ombre in delicati fasci sempre color senape.

Centoxduecento

100×200 ripropone tutto il calore e il colore dell’estate con “Never ending summer” rappresentata da tonalità forti da ardenti rossi, caldi aranci ai blu e ai verdi, fino ai lavanda e all’iris. Per sciarpe, gilet e stole con disegni dall’allure vintage e anche patchwork.

Il “mondo degli animali” una palette di nuance delicate e sofisticate con gradazioni bianco latte, vaniglia e ghiaccio. Camouflage di verde licheni e muschio. E gialli pastello, rosa tenui e grigi azzurrati dei manti di alcuni esemplari. Le stampe di questa stagione si concentrano su motivi astratti che riproducono la trama delle materie, le geometrie dell’universo maschile come i disegni cravatteria. A movimentare le lane sempre più soffici e le trame più innovative di modal/lana e modal/seta, tinti fili mélange, pizzi colorati, ricami di filo e frange importanti che insieme a altri dettagli di stile profilano e decorano le sciarpe, creando anche contrasti ricercati che le rendono uniche.

La seta, “must have” della collezione, è sempre presente. Duttile come la tela di un pittore per applicare eleganti e importanti stampe. Vivaci in digitale, rese anche effetto vintage da un finissaggio particolare. Novità della collezione ai 2016/17 sono le sciarpe lunghe e sottili 15×220, le cappe, i ponchi e i gilet in tessuti italiani foderati in satin stampato profilate da gros-grain e passamanerie, anche reversibili.

FUUXXI°

Collezione dal bon ton maschile con coloriture sobrie e sofisticate ispirate alla tradizionale eleganza, ma con un nuovo sguardo agli anni ’70 cui FUUXXI° ama tornare. Anni in cui il made in Italy scommetteva sulla propria capacità di sperimentare e innovare, vincendo per stile, qualità ed eccellenza: doti che si traducono in capi dall’aspetto morbido, accattivante, innovativo, dove le tecniche di lavorazione esaltano i colori, i disegni e la sensazione tattile.

Macchiavelli, Roulette, Puzzle, Monopoli, Ping Pong, sono i capi autunno/inverno 2016/17, in cui FUUXXI°, attraverso il made in Italy gioca con la grande varietà di stampe su twill di lana: grafismi monocolore, disegni seventies, motivi cravatteria, fantasie tridimensionali a effetto bouclé.

Il bouclé, tessuto in lana a effetto soffiato a righe o quadretti, è un altro elemento portante della collezione e della tendenza maschile perché perfetto con ogni stile, dal formale al casual fino a essere prescelto dagli amanti del vintage.

Più consistente il set pull+cappellino in morbida e calda alpaca a costa inglese o a “grana di riso” macro. Un connubio per un outifit più informale e rilassato. Sciarpa slim di lambswool dal trattamento infeltrito e soffice con disegni jacquard micro o a righe etniche. La finitura “self Fringes”, sfrangiata, ne accentua l’aspetto moderno.

QUADROSTAMPA

il marchio torinese nato da un’ idea di Emanuela Di Ciommo e Simonetta Molinaro, per l’autunno/inverno 2016/17 rinnova il piacere sartoriale e la couture più raffinata. Attente lavorazioni, soffici e impalpabili imbottiture, dettagli sofisticati come frange in lana mélange e gros grain in vaporoso mohair valorizzano capospalla innovativi e versatili shirt-dress dai nomi evocativi come “Rigirala” e “Truccala” che sottolineano la multi-funzionalità e adattabilità a qualsiasi stile e outfit. I volumi e l’accurata vestibilità rispettano la silhouette. I contenuti stilistici e il taglio originale di ogni capo rendono ogni creazione riportabile a ogni contesto, quotidiano e elegante. La nuova collezione è interamente realizzata in preziosi materiali lanieri e cotonieri, dalle texture calde e leggere, come la sofisticata e confortevole felpa double a effetto tecnico, il tessuto accoppiato in lana garzata, il jersey di cotone/lana e il cotone operato.

La palette celebra le nuances dei minerali e l’atmosfera della pietra lavica, dell’ematite e dei cristalli del Vesuvio evocando un mood metropolitano.

Leave a Reply